Home | Le grandi interviste | Massimo Mauro. La storia di un campione nel calcio e nella vita
Massimo Mauro. La storia di un campione nel calcio e nella vita
Massimo Mauro

Massimo Mauro. La storia di un campione nel calcio e nella vita

  • Massimo e Luca, due bravi ragazzi per la ricerca – la passione per il golf – quella sconfitta “alla monetina” e l’amore per il calcio – la Juventus, il posto ideale per fare calcio – ho visto in Scirea e Cabrini lo stile Juve – quegli insulti da meridionali a Torino – per l’Avvocato la Juve era il calcio Balilla – Platini l’intelligenza, Maradona il genio – l’esperienza indimenticabile da Presidente del Genoa – ho pianto per il calcio, vi dico quando – vincere con la maglia del Catanzaro in trasferta l’emozione della vita – adoro il Barca – da piccolino diventavo matto per Mazzola

Esclusiva RADIOCALCIO. Massimo Mauro è oggi un commentatore sportivo. E’ stato un importante calciatore italiano. RADIOCALCIO lo ha incontrato e intervistato. Di Francesco De Leo.

 

Massimo Mauro è stato il fondatore, assieme a Gianluca Vialli, della “Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport Onlus”, un’ associazione benefica impegnata soprattutto nella lotta contro la sclerosi laterale amiotrofica. Nel 2008, come Fondazione Vialli e Mauro, insieme a Fondazione Cariplo, Fondazione Telethon e AISLA onlus dà vita ad AriSLA – Fondazione Italiana per la ricerca sulla SLA, di cui è attualmente membro del Consiglio di Amministrazione. Dal 2005 è commentatore sportivo per la televisione satellitare SKY Italia. Ricopre la carica di consigliere del circolo di golf di Torino, Royal Park I Roveri, che vede Andrea Agnelli come vicepresidente.

 

Ha esordito in Serie A con la squadra in cui è cresciuto, il Catanzaro, il 27 aprile 1980 nella sconfitta casalinga contro il Milan per 0-3, lanciato dall’allora tecnico dei calabresi Tarcisio Burgnich. Segna il suo primo gol nella massima serie il 1º novembre 1981 nella storica partita in cui i calabresi riuscirono a ribaltare il risultato subito un anno e mezzo prima per mano dei rossoneri. In seguito ha vestito le maglie di Udinese, Juventus (1985-1989) e Napoli, che lo acquista per 3 miliardi di lire, giocando rispettivamente a fianco di Zico, Platini e Maradona.

 

Dall’ottobre del 1997 al luglio del 1999 ha ricoperto la carica di Presidente del Genoa. Nel 1996 è stato eletto in Calabria alla Camera dei deputati per le liste dell’Ulivo, e si è iscritto al gruppo dei Democratici di Sinistra, fino al 2001. Nel maggio del 2006 si è candidato alle elezioni comunali di Torino nelle liste dell’Ulivo ed è stato eletto consigliere comunale. Alle Elezioni Europee del 6 e 7 giugno 2009 ha appoggiato il candidato del Partito Democratico Roberto Placido. Dopo l’esperienza dell’Ulivo lo stesso Massimo Mauro è entrato a far parte del PD.