Home | Opinionisti | Ormezzano: 5 ultime importanti novità nel nostro calcio
Ormezzano: 5 ultime importanti novità nel nostro calcio

Ormezzano: 5 ultime importanti novità nel nostro calcio

So Foot

 

di Gian Paolo Ormezzano*

 

Nei giorni scorsi si sono verificati cinque importantissimi fatti, nel nostro mondo del calcio:

 

1) Non è stata giocata Parma-Udinese per problemi economici gravissimi della società emiliana, vicina al fallimento.

 

2) E’ stata rinviata per la pioggia una partita a Genova, addirittura l’irrinunciabile derby.

 

3) E’ stato praticamente deciso lo scudetto, per la quarta volta consecutiva alla Juventus, che ha 9 punti di vantaggio sulla Roma, il che ridurrà il prossimo confronto diretto ad una farsa, speriamo almeno amabile.

 

4) Le devastazioni degli hooligans olandesi a a Roma hanno ulteriormente sottolineato l’importanza delle coppe calcistiche europee, che con la Champions League riprendono adesso alla grande.

 

5) In Fiorentina-Torino 1 a 1 l’arbitro Guida ha ribaltato una rimessa laterale, assegnandola ai viola, visto che il giocatore granata ritardava troppo il lancio con le mani.

 

Dei cinque fatti, l’unico destinato a incidere veramente la storia del calcio italiano è l’ultimo: da tempo ormai la rimessa laterale era effettuata con ritardo, alla faccia del regolamento,e gli arbitri non intervenivano. Degli altri fatti anticipiamo gli sviluppi: il caso del Parma, a cui l’Uefa aveva vietato l’Europa intanto che la nostra federazione e la nostra lega gli permettevano tutto, ben che vada finirà con un’ingiustizia in più, perché la convalida dei risultati del girone d’andata penalizzerà chi con gli emiliani fuorilegge non ha vinto. La superpioggia di Genova è orma un classico di una città dal clima teoricamente dolce, turistico, diventata capitale dell’Italia che di sta disfacendo. Della Juventus più forte si sapeva, adesso il club bianconero cederà Pogba per dare agli avversari qualche speranza molto futura. Le coppe europee, già cominciate non bene e non male per noi con l’Europa League, dovrebbero comunque permetterci di capire, a suon di sberle, che il nostro calcio è poca cosa, ma ci viene il tremendo sospetto che, nell’Italia attuale, anche un giocare a pallone con qualche velleità internazionale, magari accalappiando qua e là una qualificazione importante, sia ormai una provvida importantissima ciambella di salvataggio rispetto al resto: ma poveri noi, se questa ciambella ha un qualche buco…

 

(*) Gian Paolo Ormezzano (1935), è giornalista sportivo dall’età di 18 anni. Ventitré Olimpiadi tra estive e invernali (un record mondiale), tantissimo ciclismo (28 edizioni del Giro d’Italia, 12 del Tour de France), nuoto e atletica (anche praticati: podista maratoneta alle gare di New York e Torino, finite a 60 e 63 anni). Per il calcio migliaia di articoli, cinque campionati mondiali, libri. Tre ampie storie di tre sport: ciclismo, atletica e calcio. Quattro giornali invasi nel corso delle sue lunghe scorrerie: Tuttosport (anche da Direttore Responsabile), La Stampa (inviato ed editorialista), Famiglia cristiana e Il giornalino.

sofoot_fotoplayer