Home | Storie | Parla la presidente del Paternò: Perchè ho chiuso la curva degli ultrà
Parla la presidente del Paternò: Perchè ho chiuso la curva degli ultrà

Parla la presidente del Paternò: Perchè ho chiuso la curva degli ultrà

  • Negli spogliatoi i giocatori erano intimoriti – le sconfitte nel calcio sono possibili: non è una scienza esatta – quando mi toccano i giocatori non ci vedo più – la sera della partita ho deciso di chiudere la curva – non ho paura, cedo nella giustizia e saprò tutelare me e la mia famiglia – hanno emulato atteggiamenti che fanno male al calcio – i cittadini mi chiedono di non mollare – bisogna cancellare questa immunità che dura 90′ con la consumazione di diversi reati

Queste le dichiarazioni rilasciate in esclusiva a RADIOCALCIO dalla presidente del Paternò, l’avvocatessa Stefania Amato, che ha sfidato gli ultrà violenti ‘tifosi’ del suo club: curva chiusa! Il Paternò domenica 17/01 perde in trasferta, a Scordia, 4-0, una gara del girone B del campionato di Eccellenza e gli ultras minacciano i giocatori per costringerli a togliersi la maglia, perché ritenuti “non degni”. La presidente della società, l’avvocatessa Stefania Amato, non accetta l’atteggiamento di quelli che definisce “dei facinorosi” e applica loro una sorta di ‘Daspo’ disponendo la chiusura della curva per tutta la stagione. (da Ansa.it)

Stefania Amato Paternò