Home | Bari107 | Mujesan: Quello striscione “Dio perdona, Mujesan no!”
Mujesan: Quello striscione “Dio perdona, Mujesan no!”

Mujesan: Quello striscione “Dio perdona, Mujesan no!”

  • 2 anni bellissimi a Bari – il goal più bello: la mezzarovesciata al Palermo – Fara con i piedi era eccezionale – ho fatto goal a tutti i più forti – indimenticabile la vittoria del campionato di C – dopo il ko con il Verona assediati negli spogliatoi sino a sera – vi racconto il Della Vittoria – Toneatto ci metteva l’anima, non mollava mai – ero un pò chiuso, non passeggiavo spesso in centroche pubblico a Bari

Lucio Mujesan ha 72 anni. A Bari dal 1966 al 1968 e nel 1971-1972. Nella prima avventura in biancorosso vince il campionato di C ed è capocannoniere di Coppa Italia con 6 gol. L’anno dopo vince la classifica cannonieri di B con 19 reti e viene ceduto al Bologna in A, in cambio di ben 5 calciatori che consentiranno alla squadra la promozione. Tipico centravanti del suo tempo, molto fisico, forte di testa e dal tiro potente, divenne un idolo della tifoseria nella squadra del sergente di ferro Toneatto. Triestino dal carattere schivo, si ambientò comunque bene nella calorosa città pugliese.