Home | Storie | Torna presto Pepito. Il mio libro con Giuseppe Rossi
Torna presto Pepito. Il mio libro con Giuseppe Rossi

Torna presto Pepito. Il mio libro con Giuseppe Rossi

  • La passione per il calcio – un emigrante del pallone – il goal al Real Madrid davanti alla sua mamma – 20/10/2013, quella magica rimonta con la Juve – l’infortunio – Prandelli e il Mondiale mancato – Pepito e la cultura della Frontiera

Alessandra Bocci, giornalista de La Gazzetta dello Sport, racconta a RADIOCALCIO Giuseppe Rossi con cui ha scritto “A modo mio (My way)”, l’autobiografia del campione italo-americano in libreria per Mondadori.

 

Giuseppe Rossi, nato negli Stati Uniti a Teaneck il 1º febbraio 1987, è un calciatore italiano, attaccante della Fiorentina e della Nazionale italiana.

Considerato uno dei maggiori talenti calcistici italiani della sua generazione, è stato soprannominato Pepito da Enzo Bearzot per via delle caratteristiche simili a Paolo Rossi, il cui soprannome era Pablito. Ha segnato all’esordio in Premier League, Serie A e Primera División. È primatista di reti (21) con il Villarreal nelle competizioni calcistiche europee.
Cresciuto a Clifton, New Jersey, a 12 anni si trasferisce a Parma insieme al padre per iniziare a giocare nelle giovanili del Parma. Nell’estate del 2004, a 17 anni, viene acquistato dal Manchester United, che lo presterà in seguito a Newcastle e Parma. Dopo il prestito al Parma è richiesto da molte squadre italiane, ma torna all’estero: il Manchester United lo cede al Villarreal, da dove il 4 gennaio 2013 la Fiorentina lo acquista a titolo definitivo per 10 milioni di euro più 6 di bonus. Subisce nella sua carriera diversi infortuni, l’ultimo dei quali gli costa la mancata convocazione ai Mondiali di calcio Brasile 2014. Lo scorso 5 settembre viene operato di artroscopia al ginocchio destro in Colorado. Potrà rientrare in campo tra tre mesi nel prossimo marzo 2015.