Home | Bari107 | Mazzoni: Nessuno può capire quanto mi manchi Bari
Mazzoni: Nessuno può capire quanto mi manchi Bari

Mazzoni: Nessuno può capire quanto mi manchi Bari

  • L’esordio – da mezz’ala a mediano – quando Meazza lodò la nostra mediana – le gioie più belle – dalla quarta serie alla A con il Bari – 7 anni capitano – la nascita di mio figlio alla vigilia di Bari-Fiorentina – i compagni e gli avversari più forti – la città vecchia, il Petruzzelli, lo stadio, il mare

Mario Mazzoni ha 83 anni. Nell’estate 1953 viene acquistato dal Bari, in cerca di risalita dalla IV serie. Esordisce con la maglia dei pugliesi il 27 settembre a Cosenza, dove segna il suo primo goal in biancorosso. Nel Bari gioca dieci campionati, ottenendo quattro promozioni: una dalla IV serie al primo anno, un’altra dalla Serie C nell’anno successivo, e due volte dalla Serie B, nel 1958 e nel 1963. Nei galletti è per diversi anni parte della rinomata e storica “linea mediana” Mazzoni-Seghedoni-Cappa e per molto tempo capitano. Gioca in tutto 313 gare di campionato (attualmente terzo per numero di presenze in biancorosso, dietro Jean François Gillet e Giovanni Loseto che hanno giocato rispettivamente 353 e 318 gare, segnando 25 gol). Disputa l’ultima partita tra i galletti il 16 giugno 1963 a Cosenza, dove aveva giocato il primo incontro; alla fine di quest’incontro il Bari torna in serie A. Da allenatore è stato a lungo a capo del settore giovanile della Fiorentina, squadra della sua città dove tutt’oggi vive.