Home | Storie | Vi racconto Sterling, European Golden Boy 2014
Vi racconto Sterling, European Golden Boy 2014

Vi racconto Sterling, European Golden Boy 2014

  • Dalla Giamaica al leggendario Liverpool – mi ricorda Bruno Conti – gli hanno offerto un rinnovo di 70.000 sterline a settimana – Rodgers non voleva la premiazione ad Anfield prima dell’Arsenal – la Kop da brividi

Massimo Franchi, grande esperto di calcio internazionale di Tuttosport,  in collegamento telefonico da Liverpool, racconta a RADIOCALCIO la storia di Raheem Sterling, giocatore del Liverpool, che si è aggiudicato il Golden Boy 2014.

 

A distanza di dieci anni esatti dal trionfo dell’allora giovanissimo Wayne Rooney, il Golden Boy di Tuttosport torna in Inghilterra, curiosamente proprio nella città dove l’attuale capitano della Nazionale dei Tre Leoni è nato e si è formato: Liverpool. Ma  se Rooney si rivelò giocando per i blu del’Everton (per poi passare giusto nel 2004 al Manchester United), il suo delfino Raheem Sterling conquista il titolo di miglior Under 21 dell’anno indossando la gloriosa maglia rosso-fuoco del Liverpool, il leggendario club di Anfield, della Kop e del mitico uccello marino che tiene nel becco una felce e che rappresenta il simbolo dei Reds. Sterling ha sbaragliato tutti. Il suo trionfo è stato praticamente un monologo. Come un fuga ciclistica e arrivo in solitario con il secondo classificato staccato di dieci minuti… La nostra autorevole giuria formata da 30 giornalisti delle più prestigiose testate europee ha votato per lui in maniera praticamente plebiscitaria. Dietro Sterling il vuoto: il belga-kenyota Divock Origi del Lilla, che ha colto la piazza d’onore, ha avuto 98 voti in meno, il brasiliano Marquinhos del Paris Saint Germain, terzo, addirittura 133 in meno. (Da Tuttosport).

 

L’European Golden Boy è un premio calcistico istituito da Tuttosport nel 2003 e viene assegnato ogni anno a un giocatore Under-21 che gioca in Europa. Il quotidiano sportivo italiano Tuttosport seleziona 40 giovani calciatori sotto i 21 anni d’età che si sono distinti nel corso dell’anno. A votare il vincitore è una giuria di 30 giornalisti, rappresentanti di 20 nazioni europee, di quotidiani sportivi tra i quali: i francesi L’Équipe e France Football, il britannico The Times, l’olandese De Telegraaf, gli spagnoli AS, Marca e El Mundo Deportivo, i portoghesi A Bola e Record, i tedeschi Bild e Kicker, la greca Ta Nea, la russa Pressing Agency, la croata Slobodna Dalmacija, l’ucraino Sport Express, la rumena Gazeta Sporturilor ed altri. Ogni giurato seleziona cinque nomi cui vengono assegnati 10 punti al primo, 7 al secondo, 5 al terzo, 3 al quarto e 1 al quinto. La somma dei punti decreta il vincitore. Possono partecipare solo i giocatori che militano nella Prima Divisione di ogni paese europeo.

Raheem Sterling

Questo l’albo d’oro del premio Golden Boy:
2003: Rafael Van der Vaart (Ajax) – 2004: Wayne Rooney (Manchester Utd.) – 2005: Lionel Messi (Barcellona) – 2006: Cesc Fabregas (Arsenal) – 2007: Sergio Aguero (Atletico Madrid) – 2008: Anderson (Manchester Utd.) – 2009: Alexandre Pato (Milan) – 2010: Mario Balotelli (Inter e Manchester City) – 2011: Mario Gotze (Borussia Dortmund) – 2012: Isco (Malaga) – 2013: Pogba (Juventus) – 2014: Sterling (Liverpool).