Home | Pianeta Calcio | Coppa d’Africa: auguri alla Guinea, assurda scelta del Marocco
Coppa d’Africa: auguri alla Guinea, assurda scelta del Marocco

Coppa d’Africa: auguri alla Guinea, assurda scelta del Marocco

  • Scelta inspiegabile quella del Marocco – Ebola e il continente africano – petrolio e Paese ospitante – sarà una Coppa d’Africa scintillante – il calcio africano progredisce tecnicamente e tatticamente – gli africani adorano il calcio

Sarà la Guinea Equatoriale, dopo la rinuncia del Marocco per il timore del virus Ebola, ad ospitare la Coppa d’Africa del 2015 in programma dal 17 gennaio all’8 febbraio. RADIOCALCIO ha chiesto all’On. Jean-Léonard Touadi, politico, accademico, scrittore e giornalista italiano, originario della Repubblica del Congo, di fare il punto sul calcio africano a poco più di un mese dall’importante competizione. Jean-Léonard Touadi è oggi consulente del Ministero degli Affari Esteri italiano.

 

La Coppa d’Africa 2015 andrà in scena in 4 città: Malabo, Bata, Mongomo e Ebebiyin. I sorteggi per la definizione dei gironi della fase finale, cui parteciperanno in totale 16 squadre, si svolgeranno il 3 dicembre a Malabo.

 

Il Marocco era stato escluso dalla Coppa d’Africa 2015. La Confederazione africana (Caf) aveva adottato il provvedimento dopo la rinuncia del paese maghrebino ad organizzare il torneo continentale. Il Marocco, attraverso il Ministero dello Sport, aveva formalizzato il passo indietro per i timori legati all’epidemia del virus Ebola. L’esecutivo della Caf aveva ufficializzato che la competizione non si sarebbe svolta quindi nella sede inizialmente designata.

 

La Coppa delle Nazioni Africane, chiamata comunemente Coppa d’Africa, è la più importante competizione calcistica che confronta le Nazionali africane, cioè quelle iscritte alla CAF. La prima edizione fu organizzata in Sudan nel 1957. Da allora si è sempre disputata ogni due anni, tranne nel 1968, quando fu ospitata dall’Etiopia tre anni dopo l’edizione precedente del 1965. Con gli anni il novero delle squadre iscritte alla CAF si è notevolmente ingrandito, al punto da costringere all’introduzione di un torneo di qualificazione. Da esso escono le 15 Nazionali che, aggiungendosi alla squadra del paese ospitante (qualificata di diritto), formano le 16 partecipanti alla manifestazione.