Home | Le grandi interviste | Il Presidente. Un caffè con Gianluca Paparesta
Il Presidente. Un caffè con Gianluca Paparesta
Gianluca Paparesta

Il Presidente. Un caffè con Gianluca Paparesta

  • Perchè ho rifondato il Bari – l’incubo calciopoli – il calcio è pulito? – quel rigore concesso per errore – l’emozione di arbitrare a Liverpool – cosa manca al nostro calcio

Esclusiva RADIOCALCIO. Gianluca Paparesta, già arbitro internazionale, è oggi presidente del Football Club Bari 1908. RADIOCALCIO lo ha incontrato nella città in cui ha riportato la grande passione per il calcio. Di Francesco De Leo

Figlio dell’ex arbitro Romeo Paparesta, ben presto la sua passione lo porta a frequentare il corso per arbitri nella sezione di Bari e molto giovane, a 16 anni inizia la sua attività arbitrale. Nell’aprile del 1992 si laurea in Economia e Commercio con 110 e lode. Esordisce in Serie A nell’ultima di campionato della stagione sportiva 1997-1998 in Vicenza-Udinese. L’anno successivo è decorato con il Premio “Giorgio Bernardi”, destinato al miglior giovane arbitro debuttante in Serie A. Sale in breve ai vertici imponendosi come uno dei migliori arbitri italiani arrivando alla qualifica di internazionale. In carriera ha diretto ben quattro finali di Coppa Italia: nel 2000 Inter-Lazio, nel 2002 Parma-Juventus, nel 2003 Roma-Milan e nel 2004 Juventus-Lazio. Vanta 135 presenze nella massima serie. Era solito arbitrare con un fischietto blu. In carriera ha diretto numerose “classiche” del campionato italiano: tre Juventus-Inter, un Derby di Milano, due Derby di Roma, tre Milan-Juventus, una Juventus-Roma, quattro Milan-Roma e un Derby della Mole. A livello internazionale vanta la direzione al torneo calcistico dell’Universiade di Daegu nel 2003. Nel 2006 viene coinvolto nello scandalo di Calciopoli, che di fatto chiude la sua carriera di arbitro. Il primo agosto 2009 il sindaco di Bari, Michele Emiliano, lo nomina assessore in Giunta con delega al Mezzogiorno, politiche comunitarie, piano strategico, rapporti internazionali, marketing territoriale e comunicazione delle istituzioni. Dalla stagione 2011-2012 entra nella squadra degli opinionisti di Premium Calcio. Il 7 ottobre 2013 viene ingaggiato dal Bari come club manager ma dopo qualche mese lascia l’incarico. La societa’, per quasi 40 anni nelle mani della famiglia Matarrese, finisce all’asta. Dopo 2 appuntamenti a vuoto, la fumata bianca arriva alla terza occasione: decisiva l’offerta di 4,8 milioni di euro che Paparesta presenta per aprire una nuova era.

Mi hanno tolto la cosa che più amavo. (Gianluca Paparesta a RADIOCALCIO).

 

  • gabriele

    Paparesta? Chiedere a Moggi!